IL LAGO DI LUGANO (CERESIO)

Eccoci al lago di Lugano, uno dei due laghi in condivisione con la confederazione Svizzera,l’altro è il Maggiore .Il lago di Lugano,a mio giudizio,dei laghi prealpini è quello che paesaggisticamente meno interessante.a parte pochi scorci.Le strade fatte sono in buone condizioni e ben tenute.Nessun problema nei vari passaggi di confine.Lugano città bella e molto trafficata anche in giorni lavorativi.La parte inferiore del lago per intenderci da Riva san Vitale,Porto Ceresio, Ponte tresa, Marcote,Melide,èmolto ben guidabile ma attenzione ai ciclisti davvero tanti anche in settimana.

Il lago di Lugano, altrimenti detto Ceresio[1], è un lago prealpino ramificato lungo il confine italo-svizzero. La divisione amministrativa è piuttosto complessa, estendendosi tra il Canton Ticino, la Provincia di Como e la Provincia di Varese. All’Italia appartiene la sezione nord-orientale (col paese di Porlezza e laValsolda, entrambi in provincia di Como) e un tratto della costa sudoccidentale presso Porto Ceresio (in provincia di Varese). Particolare è la posizione diCampione d’Italia, storica enclave italiana circondata da territorio svizzero. Alla Svizzera appartiene invece la parte più estesa e centrale del bacino, conLugano ed il centro di Morcote.

Il lago ha una superficie di 48,7 km², dei quali circa 18 km² pertinenti alla Repubblica italiana, e presenta una forma curiosamente intricata. Scavato entro la cerchia delle prealpi lombarde, richiama più o meno gli stessi paesaggi del Lario comasco, sebbene sia circa tre volte più piccolo. Le rive, ancora relativamente verdi nel settore settentrionale, risentono della massiccia presenza di edifici moderni, che hanno alterato l’antica tipologia costruttiva dei paesi. In Valsolda rivivono i richiami letterari di Antonio Fogazzaro, che qui ambientò il romanzo Piccolo mondo antico.Ceresio, l’altro nome del Lago di Lugano, è l’italianizzazione del nome latino Ceresium, di etimologia incerta: secondo alcuni dal latino “cerasa” cioè ciliegia, secondo altri ci sarebbe un’origine più antica da individuarsi in un antico toponimo romano “Ceresium” la cui traduzione più accurata sarebbe: “più blu del cielo”. Un’ulteriore, più accurata versione, dice che il nome deriva dal celtico “keresius” che significa “ramificato”[senza fonte] ed in effetti la forma del Lago Ceresio è proprio ramificata, con più rami.

QUI ALTRE FOTO


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...